#day1. II Sessione: fare il lavoro CONTROCORRENTE

FullSizeRender (5)La ss. Messa di ieri si è tenuta nella bella basilica di Santa Rita da Cascia, celebrata dall’Arcivescovo di Spoleto-Norcia al quale è stato rivolto un piccolo dono. Il pomeriggio è continuato con l’intervento del dott. Marco Bartoletti, che ha presentato ai ragazzi la sua esperienza di imprenditore un po’ sopra le righe. Bartoletti, nato assicuratore, diventato operaio ha intrapreso un percorso totalmente nuovo aprendo un’officina meccanica. Si è inventato un lavoro scegliendo, inoltre, la strada più difficile, o meglio, meno percorsa: i suoi dipendenti sono persone affette da gravi malattie o disabilità, considerate “inabili al lavoro” dallo Stato che, dice Bartoletti, “non è ancora pronto a quello che facciamo noi”. La sua officina è un esempio di fare sociale nel modo più completo possibile “Noi stiamo dimostrando che i nostri ragazzi non ci fermano”. Di nuovo, torna sulla questione della corrispondenza scuola-lavoro: “Quello che vi insegnano a scuola è un po’ troppo distante, bisogna sviluppare più integrazione tra conoscenze apprese a scuola e lavoro”.

FullSizeRender (3)Successivamente, gli studenti hanno concluso la visione del documentario su Piersanti Mattarella, iniziata prima della funzione, commentato dal giornalista, scrittore e parlamentare Giovanni Grasso. L’incontro, dal titolo, “Piersanti Mattarella: da solo contro le mafie” ha spostato l’attenzione su uno dei temi cari al Movimento (la lotta alle mafie), ma ha fornito soprattutto un esempio eroico di cittadino italiano che ha perso la vita perseguendo l’obiettivo di fare qualcosa di bello, utile e giusto per la sua regione Sicilia. Di nuovo, quindi, una persona fortemente impegnata nel sociale. Grasso ha usato parole forti “La mafia è un cancro che corrode tutto”, “Mattarella non è un esempio, proprio perché non è un santo, ma una persona come noi che ha deciso di rendere il suo lavoro un servizio per gli altri”.

Dopo la cena, lo staff ha presentato le attività del Movimento durante il breve e rilassato incontro “Quello che non sai..”. La stanchezza e il sonno dovuti all’intensa giornata alla fine hanno avuto la meglio sui ragazzi e dopo la buonanotte è calato il silenzio su Cascia!

Seguici su Twitter!

#CiSoFare #Convegno2014

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...